Viaggi

Terdoppio – da Vigevano a Vigevano

Perché il Terdoppio? Da tempo volevo provare un percorso da anello su Vigevano con la canoa canadese. Avendo il Terdoppio lomellino vicino casa, vidi che potevo percorrerlo fino alla foce del PO in località Sommo. E continuare sul PO fino alla foce del Ticino, al ponte della Becca e tornare a Vigevano alla lanca della Ayala risalendo il Ticino. Un po’ anche per imitare le popolazioni indigene e i trapper dell’America del nord, che percorrevano fiumi e laghi per andare a caccia e pesca o per esplorare nuovi territori. Il Terdoppio da Garlasco a Zinasco lo avevo già percorso con Sigfrido in inverno e mi è piaciuto, nonostante la distruzione dell’ambiente da parte dell’uomo. Pensare che era un torrente con acqua pregiata, ricco di pesce. Però, nonostante l’inquinamento da parte degli scarichi delle città, delle colture intensive e quelli abusivi di materiale inerte, ecc…, ci sono delle zone veramente carine che io ho chiamato oasi, anche vicino a casa mia (Fogliano – Vigevano) è rimasto un angolo con piccola lanca abitata da tartarughe, gallinelle d’acqua, nitticore, conigli selvatici, garzette e forse qualche cinghiale. L’acqua è di colore marrone perché il fondo è fangoso e le acque dei canali di irrigazione sono torbide, oltre ad essere inquinate. Viveri consumati 2 panini integrali 3 uova sode 2 pacchetti di oro saiwa 5 mele 1 galbanino (formaggio) 3 barrette ai cereali 1 cetriolo 1 finocchio 1 carota 4 litri di acqua 2 lattine di birra (33 cc.) 4 bustine thè Materiale Tenda Salewa [...]